Benessere e cambiamento in azienda

 

Benessere produttivo

 

Autore: Loris De Martin


Nell’epoca attuale definita “epoca della modernità” dove l’imperativo del mondo produttivo è efficienza, velocità e completa soddisfazione del cliente, si è persa l’attenzione nei confronti dell’elemento fondante del sistema stesso: l’Uomo. È forse proprio la velocità nel raggiungere obiettivi e soddisfare compiti che allontana lo sguardo dall’individuo perdendo di vista le sue esigenze fondamentali, elementi importantissimi ai fini della produzione.
Le patologie che limitano le performance produttive stanno aumentando sempre di più, al punto tale che si sono costituite commissioni europee per valutare i rischi dei disagi che le persone vivono in ambito lavorativo.
I disagi e gli squilibri si manifestano sia a livello fisico che relazionale, ed in questo campo diventa sempre più importante e fondamentale l’intervento di specialisti che formino e addestrino le persone nel riuscire a “lavorare bene assieme”.
In questo panorama il concetto di “Benessere Produttivo®” acquista valenze importanti perché, realizzando un salto di paradigma, si pensa a chi produce come ad un organo importante all’interno di un sistema allargato, organo con tutte le sue necessità e bisogni, organo da valorizzare più che gestire.
Infatti il salto paradigmatico deve essere fatto anche in questo senso, non parliamo più di “Gestire le Risorse Umane”, ma di VALORIZZARE LE RISORSE UMANE: se valorizzo osservo innanzitutto ciò che la persona è, quali sono le sue potenzialità ed adotto sistemi che esprimano al meglio i talenti individuali, faccio qualcosa perché chi lavora con me possa avvicinarsi il più possibile a quello che è il Suo Progetto, che significa le sue reali attitudini, le sue capacità innate.
Gestire, per noi termine ormai “superato”, richiede tripla fatica, i responsabili/titolari, i collaboratori/dipendenti, i formatori che devono realizzare difficili equazioni per incastrare i reparti ed ottimizzare il produrre.


Quali sono quindi le importanti esigenze individuali verso le quali orientare la nostra attenzione?


Verso cosa dobbiamo tendere per realizzare un reale “Benessere Produttivo®”?


Come fare?


• Fare sì che dirigenza aziendale e dipendenti convergano nella valutazione di situazioni e fatti di comune interesse a livello di recupero della produttività.
• Trovare basi comuni nell’ interpretazione e nello svolgimento operativo delle relative regole.
• Ridisegnare i flussi organizzativi al fine di recuperare efficienza ed aumentare i margini, facendo attenzione agli effetti del cambiamento sulle persone.
• Introdurre modificazioni strutturali nelle attività lavorative, lato Benessere Produttivo.
• Introdurre modificazioni redditizie, lato saving aziendali, che possano consentire anche un recupero di posti di lavoro.
• Incoraggiare una “sensibilità imprenditoriale” a tutti i dipendenti in modo che le  richieste aziendali siano doverose e richiedano giuste prestazioni per favorire il benessere complessivo.
• Creare  in azienda delle condizioni ambientali e di lavoro volte a ridurre gli stati di malessere, in modo che il lavoratore si coinvolga sempre di più e quindi crei opportunità anche di vendita interne per sè stesso e per gli altri, ampliando il proprio spazio relazionale.
• Rendere consapevoli i lavoratori dell’importanza del loro benessere psicofisico per la produttività in azienda e come possono aumentarlo e/o diminuirlo anche da soli in contesti lavorativi differenti.
• Incoraggiare contesti formativi abilitanti a creare e definire obiettivi di benessere, funzionali sia agli obiettivi personali sia aziendali.
• Creare passaparola positivi, all’interno e fuori dall’azienda, per i colleghi che si impegnano a diffondere questa cultura di benessere funzionale e che quindi sono sia validi professionalmente che utili all’azienda ed ai suoi obiettivi.
• Lavorare sui team in modo da gestire i conflitti che possono scaturire.
• Lavorare sui team leader e sui manager di più persone in modo che possano, attraverso azioni di coaching e counseling individuale, favorire la disponibilità  a condividere le altrui tesi, e a superare insieme le difficoltà aziendali.


Il Benessere Produttivo diventa quindi fautore di Benessere organizzativo.


Webinar  Webinar da acquistare in Area SkillPlace


 

Loris De Martin. Naturopata e Trainer in PNL è esperto e formatore in area Benessere Produttivo e Gestione dello Stress. Si occupa di organizzazione di eventi culturali e di sviluppo della produttività in ambito aziendale. È professore a contratto in “Tecniche corporee e di Equilibrio Psicofisico per Musicisti” nei Conservatori Musicali Italiani.

 

Approfondimenti -
Libro di riferimento

copertina libro

Benessere e cambiamento in azienda
Argomenti trattati in questo volume:
(1) flessibilità e cambiamento in azienda
(2) benessere produttivo© e organizzativo
(3) strumenti per incrementare la produttività
(4) aumentare il benessere attraverso l'igiene posturale
(5) trasformare lo stress in tensione positiva
(6) trasformare i momenti critici lavorativi in opportunità
(7) indicazioni operative di benessere produttivo in azienda
  recensione


Corsi interaziendali