Gold Facilitation Impact Award 2019

 

 

Assimoco con il supporto operativo di econsultant ha vinto il Facilitation Impact Gold Award 2019, il premio che l’Associazione Internazionale dei facilitatori (IAF) riconosce alle organizzazioni che hanno utilizzato la facilitazione per ottenere un impatto misurabile e positivo, nonché ai facilitatori che hanno lavorato con loro.

 

 


 

Il Progetto

Assimoco ha raggiunto l’obiettivo di creare e coltivare una comunità di pratica di facilitazione interna e sviluppare abilità di facilitazione basate anche sulle competenze chiave di IAF . L’obiettivo iniziale è stato di formare 25 persone inter-funzionali nelle competenze di base e nelle metodologie più pratiche ed attive nella facilitazione di gruppi di lavoro. I facilitatori interni  infatti eseguono da 1 a 2 interventi facilitati ogni settimana.

L’applicazione di metodi di facilitazione, scelti e condivisi con E-consultant, ha intensificato il coinvolgimento e la qualità della relazione anche con intermediari interni ed esterni in eventi istituzionali, portando anche risultati concreti, grazie al un gruppo di lavoro interno che applica costantemente metodi di facilitazione (Assimoco ha ricevuto l’AIFIn Award per l’innovazione).

Assimoco abbracciando i paradigmi della B-economy e ottenuto la certificazione B Corp nel maggio 2018, ha avviato un ambizioso progetto per:

  • costruire abilità e competenze di facilitazione, in particolare partendo dai team leader e sviluppando e migliorando le competenze esistenti e fornendo un’ampia comprensione degli strumenti, delle tecniche e dei processi di facilitazione
  • aiutare le persone a creare maggiore fiducia nel lavorare con gruppi e individui e nella gestione e gestione di tipi e situazioni “difficili” di persone
  • aumentare l’efficacia individuale e di squadra
  • fornire alle persone un ambiente sicuro per praticare l’agevolazione
    riconoscere le competenze IAF come base per migliorare le capacità di facilitazione

 

Contesto e le sfide affrontate

Il Gruppo Assimoco sta affrontando un intenso programma di trasformazione per acquisire un posizionamento distintivo nel panorama dell’assicurazione italiana.

Assimoco ha abbracciato i paradigmi della B-economy e ottenuto la certificazione B Corp nel maggio 2018. In linea con la sua certificazione B Corp Assimoco voleva:

  • sviluppare una cultura dell’innovazione diffusa in tutta l’organizzazione, coinvolgendo tutti i dipendenti in modo attivo e partecipativo – Assimoco è stato Great Place to Work certificato dal 2015
  • avviare un nuovo modo di lavorare (agilità aziendale – forti sinergie rispetto all’agevolazione)
  • coinvolgere i dipendenti nei principali processi decisionali
  • perseguire un obiettivo di sviluppo personale e professionale dei dipendenti
  • sviluppare talenti (laddove la facilitazione è considerata una competenza di base)
  • migliorare i processi decisionali di gestione (l’agevolazione è ora utilizzata nel processo di pianificazione strategica)
  • coinvolgere i partner commerciali nella co-progettazione del nuovo sistema di offerta
  • attivare sistemi di welfare integrati con altri partner di cooperazione territoriale (la facilitazione assume un ruolo critico per consentire un dialogo efficace tra molte entità coinvolte).

Nel 2019 è stato istituito un ufficio “Cultura e sostenibilità” per sostenere lo sviluppo della facilitazione lungo l’intera organizzazione. La società ha lanciato un programma per cambiare la sua sede centrale nel 2019, progettato per supportare anche le metodologie di facilitazione.
Assimoco si è reso conto che, per affrontare questa enorme sfida di trasformazione, l’intera organizzazione aveva bisogno di evolvere i modi in cui le persone generano conversazioni, su base giornaliera. Per soddisfare questa esigenza, Assimoco ha avviato un ambizioso progetto per:

  • costruire abilità e competenze di facilitazione, in particolare partendo dai team leader e sviluppando e migliorando le competenze esistenti e fornendo un’ampia comprensione degli strumenti, delle tecniche e dei processi di facilitazione
  • aiutare le persone a creare maggiore fiducia nel lavorare con gruppi e individui e nella gestione e gestione di tipi e situazioni “difficili” di persone
  • aumentare l’efficacia individuale e di squadra
  • fornire alle persone un ambiente sicuro per praticare l’agevolazione
  • riconoscere le competenze IAF come base per migliorare le capacità di facilitazione.

Obiettivi di progetto

Gli obiettivi del progetto erano:

  1. Fare della facilitazione un nuovo modo di guardare alle dinamiche di gruppo e ai processi di co-innovazione.
  2. Rafforzare i facilitatori interni per migliorare l’usabilità e la logistica e ridurre i costi di una regolare iscrizione di professionisti esterni.
  3. Formare in modo approfondito le principali competenze dell’IAF, metodi di facilitazione fondamentali, un gruppo di 25 dipendenti volontari per diventare Facilitatori chiave interni.
  4. Sviluppare laboratori di modelli reali con loro per specifiche esigenze interne.
  5. Concentrarsi sulla progettazione strategica di workshop per affrontare specifiche sfide di gruppo.
  6. Upskill e aumentare la capacità e la capacità interne di facilitazione di Assimoco e integrare la facilitazione come competenza centrale dei leader interni.
  7. Migliorare la qualità sia della progettazione che della fornitura di piccoli e grandi interventi facilitati a supporto delle esigenze interne ed esterne dei clienti.
  8. Sostenere la costruzione e la formazione della comunità di facilitazione interna della pratica e integrare facilitazioni e competenze IAF come competenze chiave.
  9. Fornire ai facilitatori Assimoco una suite di strumenti e tecniche e un kit reale da utilizzare per progettare e eseguire interventi più accattivanti e più accattivanti.
  10. Sviluppare e sostenere una cultura facilitativa di partecipazione e coinvolgimento tra Assimoco e Assimoco Group.

Approccio

Assimoco ha affrontato questo percorso di cambiamento insieme ad econsultant, che attraverso i suoi Facilitatori Gian Carlo Manzoni e Marco Ossani, li hanno supportati nel percorso.

Nel dettaglio l’approccio di econsultant in Assimoco è stato di:

  • fare della facilitazione un nuovo modo di guardare alle dinamiche di gruppo e ai processi di co-innovazione;
  • rafforzare i facilitatori interni per migliorare l’usabilità e la logistica e ridurre i costi di ingaggio di professionisti esterni;
  • formare in modo approfondito le principali competenze IAF con metodi di facilitazione fondamentali, un gruppo di 25 dipendenti per farli diventare facilitatori interni chiave;
  • sviluppare laboratori di modelli reali con loro per specifiche esigenze interne;
  • concentrarsi sulla progettazione strategica di workshop per affrontare specifiche sfide di gruppo;
  • potenziare e aumentare la capacità e la capacità interne di facilitazione di Assimoco e integrare la facilitazione come competenza centrale dei leader interni;
  • migliorare la qualità sia della progettazione che dell’erogazione di piccoli e grandi interventi agevolati a supporto delle esigenze interne ed esterne dei clienti;
  • sostenere la costruzione e la formazione della comunità di facilitazione interna della pratica e integrare facilitazioni e competenze IAF come competenze chiave;
  • fornire ai facilitatori di Assimoco una suite di strumenti e tecniche e un kit reale da utilizzare per progettare e condurre interventi più accattivanti e agevolati

 


 

Scopri i nostri Percorsi e Certificazioni sulla Facilitazione