Formazione Esperienziale


La formazione esperienziale (indoor ed outdoor) è una metodologia formativa con "esperienze"  fisiche e comportamentali al di fuori del mondo lavorativo e "fuori dall'aula",
in uno spazio di prove e sperimentazioni vissuto come un luogo privilegiato, protetto da eventuali influenze negative, primo tra tutti quello del giudizio, del criticare e dell’essere criticati; uno spazio dove dialogo, scambio e conoscenza vengano percepiti come un’occasione intelligente di apertura al confronto e all’incontro con gli altri. L'outdoor esperienziale fa conseguire strumenti operativi reali alle persone coinvolte in modo che l'esperienza divenga strumento d'innovazione presso le organizzazioni realmente interessate a far crescere le risorse umane. Sono previste brevi sessioni in aula, anche serale, ed intense sessioni outdoor in un contesto esperienziale. Ogni sessione sarà condotta da uno o più trainer specialisti dell'argomento. Si richiede ai partecipanti dinamismo e team spirit.


Queste esperienze permettono di riprodurre dal vivo una serie di vissuti emotivi e comunicativi, di superare convinzioni limitanti, fissare e raggiungere obiettivi, prestare attenzione all'altro, risolvere problemi sia da soli che in gruppo ed altri temi formativi.


La numerosità delle esperienze Outdoor possono permettere i seguenti apprendimenti, da scegliere secondo le abilità necessarie: abilità interpersonali, abilità personali, abilità organizzative. E-consultant può offrire una metodologia che, contemplata in contesti successivi, porta ad un processo reale di formazione integrata e vissuta per migliorare la propria comunicazione.


Facilitare l’attenzione ed il cambiamento nei gruppi


Gli strumenti METALOG® sono strumenti intesi come metafore di interazione e, quindi, permettono ai partecipanti di fare esperienza in un senso genuino. Con metodi d'apprendimento empirici, si può fare rispettare il reale trasferimento di ciò che si ascolta e si vede “nella mente” in una sostenibile esperienza pratica, permettendo agli oggetti presentati nel seminario di venire applicati, come esempio pratico, nelle situazioni di vita reale.

Questi attrezzi per l'apprendimento permettono che qualsiasi gruppo “VIVA” esperienze come la comunicazione, il lavoro di squadra, l’attenzione alle procedure ed alle regole, i ruoli, la direzione, la trattativa o la vendita durante il corso di un seminario. I vantaggi di questi scenari sono chiari ed impressionanti: possono essere usati molto flessibilmente, facilitano il rapporto all'interno del gruppo, contribuiscono a preparare i partecipanti per le grandi attività e progetti ed, in sintesi, consentono di fare e formare quella base che permette risultati durevoli dei processi dell'apprendimento e del cambiamento. Basato principalmente sul pensiero sistemico e sul costruttivismo e su soluzioni orientate ai modelli quali la terapia ipnotica Ericksoniana e la PNL (Programmazione Neuro Linguistica), METALOG® insieme ad consultant, ha sviluppato un concetto PRAGMATICO ED APPLICATIVO per l'uso delle metafore di interazione in squadra e nel coaching organizzativo.

 

Metafore e Strumenti operativi per facilitare l’apprendimento ed il cambiamento

 

Partiamo da questo presupposto: l’influenza della propria conoscenza e capacità pervade ogni nostra azione quotidiana, sia essa legata alla vita lavorativa quanto all’aspetto privato e quotidiano. Importante è, tuttavia, soffermarsi a valutare le proprie azioni. Come funzionano le metafore di interazione?


Partono da situazioni specifiche che diventano la metafora di quello che accadrà in azienda o nella vita in quello specifico contesto. In primo luogo attivano tutti i sensi del partecipante al corso.

Occorre VEDERE…bene VEDIAMO…, occorre SENTIRE…bene ASCOLTIAMO…occorre TOCCARE…bene TOCCHIAMO… In termini di ipnoterapia il processo di ricerca transderivazionale è iniziato: ogni singola persona cerca il suo proprio significato della metafora, basato su un modello specifico della realtà, della sua realtà. In questo telaio, la struttura della metafora definisce la struttura di questo processo di ricerca.

Tutte le metafore di interazione sono inviti a cambiare il proprio punto di vista. Rappresentano un filtro nuovo della realtà e possono quindi offrire ai sensi di vedere, di sentire e di toccare. Il centro di questa teoria è quello del coinvolgimento in una situazione metaforica - che è isomorfica rispetto ad un problema presente nell'ambiente – ed il suo significato viene CONTESTUALIZZATO per ogni diverso partecipante esattamente riprendendo il SIGNIFICATO che ha per lui, lei e per il gruppo di lavoro. E SI IMPARA FACENDO.

 

Osserviamo le persone e comprendiamo i loro bisogni


Ciascuno dei nostri strumenti mette il gruppo nelle situazioni più differenti, ma sempre chiede una soluzione, che può essere realizzata soltanto “funzionando” insieme come gruppo.

 

La squadra è tenuta a STARE ATTENTA, ad acquistare padronanza nella comunicazione e a trovare strumenti di cooperazione efficienti ed efficaci. Occupandosi di ogni membro del gruppo a vicenda, ascoltando ogni partecipante, ascoltando le sue qualità e debolezze, lasciandosi andare sapendo che qualcuno sarà là per voi, facilitando attenzione e rispetto. Di conseguenza, per motivare un gruppo a partecipare attivamente ad un piano d'azione d'apprendimento empirico, è importante capire di cosa ha bisogno…. “Non vogliono essere ascoltati….” Alcuni dicono. Altri invece “Perchè facciamo questo?„ Questi bisogni possono essere segnali di desiderio del gruppo per riorganizzarsi e/o per aumentare la fiducia in sè stesso. Come tale, segnalano una risorsa importante per un ulteriore processo di addestramento. Il rifiuto dal gruppo, in questo senso, può invece significare: “Ora, i nostri bisogni sono differenti da che cosa state offrendoci!„ o “Ho bisogno di più informazioni su quello che sta per accadere oggi.„

È essenziale comprendere i bisogni e lavorare sui bisogni, rendendo le persone più sicure di se stesse e del loro rapporto con gli altri, con le regole di lavoro e con l’ambiente in cui vivono. In tal senso il gruppo può veramente apprendere ottenendo la forza di organizzazione autonoma protesa al cambiamento. Le persone diventano ATTENTE E PROATTIVE, osservando le regole che sono necessarie per il buon funzionamento del sistema, inventando nuove regole pratiche che possono essere utili a sé e agli altri, integrando nelle regole abituali nuove modalità di osservazione, di fare insieme e sane abitudini operative.

Siamo proprio sicuri di ricordarci ciò che dobbiamo sapere?


Con in nostri strumenti ed esercizi, rispondiamo positivamente a questa domanda.

Diventa nostro partner


consultant® ricerca partnership individuali e aziendali.
Ricerchiamo collaboratori con dinamismo, autonomia, orientamento al cliente e aziende che possano integrare servizi e prodotti in linea con i nostri valori e obiettivi. Per inviare le vostre proposte scrivete a:
info@e-consultant.it


 

Case studies


Esperienze di successo con i nostri clienti

Come abbiamo creato valore e cambiamento per le nostre aziende.


Case studies

 

 

 



 

 

Partner