Come le memorie emozionali migliorano la resilienza.

In che modo le memorie emozionali migliorano la resilienza.

Non sorprendentemente, il ricordo dei ricordi ci fa provare emozioni. I nostri ricordi non sono razionali, sono strettamente legati alle emozioni che abbiamo provato al momento della memoria. Le emozioni rendono i nostri ricordi potenti e salienti, rendono l’esperienza del ricordo umano.

Quando pensi ai ricordi che suscitano potenti risposte emotive, è probabile che i ricordi più potenti siano quelli positivi.

Secondo i ricercatori, questo fenomeno è chiamato fading affect bias (FAB), che si riferisce alla nostra tendenza a dimenticare le emozioni negative più velocemente di quelle positive. Quando ci aggrappiamo a ricordi positivi, siamo felici e resilienti, assicurando così la sopravvivenza dell’umanità.

Concentrarsi sulle emozioni positive ci aiuta ad affrontare le avversità, superare le battute d’arresto e a ridefinire le situazioni negative come sfide, rendendoci più resilienti.

Costruire la resilienza significa comprendere come richiamiamo le nostre emozioni e quale impatto hanno sulla nostra percezione degli eventi in corso. Si tratta di imparare a riconoscere il pregiudizio nelle tue emozioni e sentimenti che ti aiutano a capire e affrontare situazioni difficili.

Comprendere le tue emozioni e il modo in cui i tuoi ricordi ti fanno sentire è parte del processo di sviluppo di Intelligenza Emozionale superiore e resilienza sul posto di lavoro.

Continua a leggere su it.ebwonline.com

Sei interessato a dei corsi sullo sviluppo dell’Intelligenza Emotiva sul luogo di lavoro? clicca qui