Cambiare gli schemi di riferimento o “mettere il nuovo paio di occhiali”

Nel ruolo di facilitatori si ha la responsabilità di promuovere le aspettative all’interno del gruppo in modo da consentire ai partecipanti di essere pienamente coinvolti nelle attività per poter trarne il massimo possibile vantaggio.
Quando si strutturano gli schemi di riferimento, il trainer agisce come un “optometrista della realtà”. In questo senso, gli schemi di riferimento efficaci, non si limitano necessariamente alle parole dette nell’introduzione di un programma, ma ai disegni e a gli strumenti che vengono fatti vedere ed utilizzati in aula.
Occorre ricordare che c’è un livello di apprezzamento di ogni componente del gruppo che deve essere notato e preso in considerazione.  Inoltre Il livello di rischio emotivo dei partecipanti deve essere identificato, riconosciuto e rispettato.

Infine, sole se le esperienze assumono un senso tangibile nell’immaginario dei partecipanti, è più facile che si mettano in gioco per svolgere delle attività inconsuete, grazie ai nostri strumenti
Occorre saper disegnare lo strumento prima di utilizzarlo, in modo da descriverlo , disegnandolo : questo permette di far concentrare gli ascoltatori sull’inatteso (quello che accadrà con il gioco) e per dare ai partecipanti un nuovo “paio di occhiali” rispetto a quello che vedranno concretamente durante l’attività.
Ponendo l’attenzione del gruppo sull’inusuale e l’inatteso , con specifiche analaogie, si  crea uno stato adeguato per poter conferire un significato speciale a certe procedure (in questo caso il team building).
Le analogie creano  un equazione “metafore di interazione = vita reale”.

E a livello emotivo, se si riesce già anticipatamente a creare un effetto wow, questo verrà automaticamente  associato con le attività future, creando  uno stato di curiosità e di aspettativa e di cambiamento della visione di insieme.  Un buon inizio pone delle basi sfidanti per il progetto, ti cambia gli schemi di riferimento e di aiuta a mettere un nuovo tipo di occhiali.

 

Scopri il nostro percorso per diventare Trainer certificato in metodi di apprendimento orientato all’esperienza (EOL)