Passi e percorsi di innovazione

Semi per il futuro

I passi per costruire il team della scoperta delle opportunità

 

“Non posso controllare il passato. C’è inoltre della gente nel mio governo che controlla il presente. La mia unica responsabilità è quella di puntare un riflettore sul futuro e chiedere il supporto dei miei collaboratori per creare al meglio quel futuro”. M. Thatcher

Robert Galvin, ex CEO della Motorola diceva: “Alcuni pensano che il lavoro di immaginare, di utilizzare l’immaginazione sia il lavoro del genio. Alex Osborn, il creatore del brainstorming, dimostrò invece come
il lavoro di immaginare e di immaginare bene, in realtà, può essere sviluppato come una capacità distintiva, operativa e vocazionale”.

Abbiamo già visto in Benessere e Cambiamento in azienda (G.C. Manzoni e L. De Martin) come il “brainstorming” e la creatività sia un fenomeno veramente relazionale, nel senso che più si interagisce bene più si è creativi. In questo senso la creatività e i suoi meccanismi sonoproprio strumenti operativi che ogni azienda e ogni dirigente o manager
dovrebbe adottare allo scopo dell’innovazione.
La risposta a queste domande può essere trovata, resa condivisibile, comprensibile e attuabile attraverso la costruzione del team di marketing e innovazione: il team della scoperta delle opportunità.
La scoperta delle opportunità può essere strutturata in almeno cinque fasi, secondo gli autori R. Johnston e J. Douglas Bate, che descrivono al meglio le funzioni del “Discovery Team” (il team della scoperta):

  1. Fase di organizzazione: in questa fase, i componenti del team sono stati selezionati, i ruoli chiave identificati, gli obiettivi sono stabiliti e tutta la squadra è dedicata e preparata per il processo di “scoperta delle opportunità”;
  2. Fase d’allineamento: il team e i senior manager sono allineanti sullo scopo e la portata dell’iniziativa on going, in modo da acconsentire a una visione più allargata delle varie frontiere da
    esplorare;
  3. Fase d’esplorazione: l’obiettivo di questa fase è esplorare tutto ciò che per il team e di conseguenza per l’azienda è una nuova frontiera, sia in termini di valore che di opportunità future. Lo scopo è l’individuazione di quei segnali e/o vettori, che l’azienda può cogliere, immaginare e spingersi verso, osservando i valori
    della propria clientela, le dinamiche di mercato, il proprio modello di business e/o la sua evoluzione rispetto agli scenari;
  4. Fase creativa: a fronte delle fasi precedenti, il team ridefinirà un portafoglio di nuove opportunità per il futuro;

(Tratto da Marketing ed innovazione (G.C. Manzoni e Paolo De Ritis))

Richard Normann, importante studioso delle organizzazioni, affermo che i team e le organizzazioni sono costantemente ad un bivio. Riconfigurare continuamente l’ambiente ed il mercato di riferimento oppure essere riconfigurati.

Occorre aiutare e riconfigurare il proprio team per supportare lo sviluppo di alte prestazioni.

Sviluppa con noi team ad alte prestazioni (LINK AL PDF scaricabile)

 

 

Per maggiori informazioni su corsi ed interventi dedicati inviateci un’email all’indirizzo: segreteria.didattica@econsultant.it

Comments are closed.